Tacchino affumicato all’hickory, marinato alle mele

Persona/e: 12
Minuti di preparazione: 15
Tempi di cottura: 2½ – 3¼ ore
Metodo di cottura: Indiretta
Difficoltà: Abbastanza facile

Ingredienti (per 12 persona/e)

2 litri di succo di mela non zuccherato
500 gr di zucchero di canna
250 gr di sale
3 litri d’acqua
3 arance, tagliate in quarti
125 gr di zenzero fresco, affettato sottilmente
15 chiodi di garofano
6 foglie di alloro
6 grossi spicchi d’aglio schiacciato
1 tacchino da 6–7 kg, (eventualmente scongelato)
Olio evo

Preparazione

Il Natale non è completo se la tavola non è imbandita con un succoso e dorato tacchino. Noi ve ne proponiamo una versione affumicata, perfetta per questo periodo di feste. Se la carne si scurisce troppo in fretta, avvolgerla con dell’alluminio rimuovendolo solo negli ultimi minuti di cottura.

In una padella portare a bollore il succo di mela, lo zucchero e il sale mescolando per farli sciogliere. Cuocere la salsa per un minuto, quindi toglierla dal fuoco e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente.
In un recipiente da 20 litri, mescolare l’acqua, le arance, lo zenzero, i chiodi di garofano, le foglie d’alloro e l’aglio. Aggiungere la salsa di mela e amalgamare bene. Disossare e togliere le interiora del tacchino. Ripulirlo bene da eventuali residui di grasso. Immergere il tacchino nella marinatura, se necessario schiacciarlo con un peso per mantenerlo completamente immerso. Tenerlo in frigorifero per 24 ore.
Mettere a mollo 4 manciate di legna da affumicatura hickory per almeno 30 minuti. Preparare il barbecue per la cottura indiretta a temperatura medio-bassa (180°C).

Posizionare il supporto di cottura per arrosti su una leccarda/vaschetta di alluminio sufficientemente capiente. Rimuovere il tacchino dal frigorifero, rimuovere la marinatura in eccesso e tamponarlo con carta da cucina per asciugarlo. Legare insieme le zampe con dello spago da cucina. Massaggiare bene l’intero tacchino con dell’olio e trasferirlo sul supporto di cottura.
Spazzolare la griglia. Sgocciolare due manciate di chips, aggiungerle ai bricchetti di carbone, o metterle nell’affunicatoio se si utilizza un barbecue a gas, e chiudere il coperchio. Quando inizia a comparire il fumo, mettere il supporto con il tacchino nella zona di cottura indiretta e cuocere a temperatura medio-bassa con il coperchio chiuso.

Dopo circa 40 minuti, quando le ali saranno dorate, avvolgerle con della carta stagnola per evitare che si brucino. Spennellare il resto del tacchino con altro olio. Se si utilizza un barbecue a carbone, aggiungere altri bricchetti se necessario, per mantenere una temperatura costante di 180°C. Quando il petto del tacchino sarà dorato, dopo circa un’ora, coprire il tacchino con dell’alluminio per evitare che la pelle si bruci. Sgocciolare i legnetti da affumicatura rimanenti, aggiungerli ai bricchetti di carbone all’affumicatoio e chiudere il coperchio. Cuocere finchè la parte più scarnosa della coscia lontana dall’osso, raggiunge i 74°C.
Trasferire il tacchino su un tagliere, coprirlo delicatamente con della stagnola e lasciarlo riposare per 20 minuti prima di tagliarlo. Irrorarlo con il sughetto di cottura.

Buon appetito!

Articolo tratto da: weberstephen

 

Costolette di agnello con salsa verde al limone e menta

Ingredienti (per 4 persona/e)

50 gr di menta fresca in foglie
50 gr di prezzemolo fresco con gambi teneri fresh flat-leaf parsley leaves and tender stems
1 cucchiaio di zeste di limone
2 cucchiai di succo di limone
1 cucchiaio di scalogno tritato grossolanamente
1 cucchiaio di capperi dissalati
1 spicchio d’aglio tritato grossolanamente
½ cucchiaino di sale
¼ di cucchiaino di peperoncino in polvere
4 cucchiai di olio evo
8 costolette d’agnello, ripulite dal grasso in eccesso
Olio evo
Sale

Preparazione

Per far risaltare il gusto dei piatti tradizionali, abbiamo abbinato alle costolette di agnello una salsa verde con l’aggiunta di limone, capperi e dell’olio di ottima qualità che porteranno sulle vostre tavole sapori deliziosi, ma decisi.

Mettere in un frullatore la menta, il prezzemolo, le zeste di limone e il succo, lo scalogno, i capperi, l’aglio e il peperoncino in polvere e tritare il tutto per ottenere un composto omogeneo. Dopo un po’, a mixer è acceso, aggiungere l’olio a filo fino ad ottenere una salsa grossolana. A questo punto trasferirla in una ciotola e coprirla con della pellicola avendo cura di schiacciarla sulla superficie per evitare che si ossidi e tenerla da parte a temperatura ambiente. (La salsa può essere preparata fino a 4 ore in anticipo. Nel caso, coprirla e riporla in frigorifero. Un po’ prima di servirla, portarla a temperatura ambiente e mescolarla per amalgamarla).
Spennellare leggermente le costolette su enterambi i lati con dell’olio e condirle con sale e pepe. Lasciarle riposare a temperatura ambiente per 15-30 minuti prima di grigliarle.
Preparare il barbecue per la cottura diretta a media tempertura (180-230°C).
Spazzolare la griglia. Grigliare le costolette nella zona di cottura diretta con il coperchio chiuso fino a raggiungere il grado di cottura desiderato (8-10 minuti per una cottura al sangue), girandole una volta. Toglierle dal barbecue e lasciarle riposare per 3-5 minuti.
Servire le costolette tiepide, 2 per piatto, con sopra un cucchiaio di salsa.

Ricetta tratta da: weberstephen

 

Gnocchi di castagne


Una gustosa proposta, non i tradizionali gnocchi di patate ma una variante insolita e buonissima, a base di farina di castagne e farina bianca. La ricetta che vi proponiamo è molto semplice, un po’ di burro e salvia basterà per dare valore aggiunto a questa pietanza. Questa ricetta risalta naturalmente il gusto di un frutto così buono come la castagna. Vediamo insieme come preparare la pietanza per servire in tavola un primo piatto particolare e dal tipico gusto autunnale.

Ingredienti per quattro persone: 200 gr. di farina di castagne, 200 gr. di latte, burro q.b. e sale, 200 gr. di farina 00, acqua e salvia q.b

Ricetta e preparazione

Iniziate a preparare l’impasto per creare gli gnocchi. In una terrina unite la farina di castagne e la farina bianca (possibilmente 00) mescolandole bene. Successivamente unite a fontana il latte e continuate a mescolare. Il latte darà agli gnocchi una consistenza morbida che non li farà risultare stopposi.

Dopo aver aggiunto il latte, unite anche l’acqua. Attenzione, l’aggiunta dell’acqua è necessaria in piccole dosi solo se l’impasto creato finora risulta troppo consistente per la lavorazione degli gnocchi.

Quando la pasta per gli gnocchi sarà pronta, prendete lo strumento adatto per fare gli gnocchi o una semplice forchettina, e iniziate a creare i vostri gnocchi. Una volta realizzati poggiateli su un piano precedentemente infarinato. E’ importante distanziare gli gnocchi e cospargere il tavolo o il vassoio per l’appoggio di farina, per evitare che la pasta si attacchi tra loro.

Mettete dell’acqua in una pentola e portate tutto ad ebollizione, successivamente buttate gli gnocchi e utilizzando un cucchiaio in legno, girate tutto con delicatezza per evitare di romperli. La cottura degli gnocchi è molto veloce: quando li vedrete salire a galla, saranno pronti per essere scolati.

In una padella ponete una noce di burro, versate gli gnocchi e lasciate amalgamare tutto molto bene. Per insaporire il tutto unite anche due o tre foglioline di salvia sminuzzate in precedenza. Se volete conferire al piatto un sapore ancora più accentuato è possibile utilizzare un po’ di ricotta salata o in alternativa, con una crema di fontina o taleggio. Buon appetito…

credits by buttalapasta