Borragine e Coriandolo


Della borragine si usano i fiori canditi per la decorazione delle torte. i fiori freschi si uniscono alle insalate. le foglie giovani, tritate, si mescolano crude nelle insalate o nei formaggi freschi, mentre cotte si consumano come gli spinaci. si cucinano semplicemente con un pò di olio e aglio, dato che il succo della pianta sarà sufficiente a mantenere l’umidità necessaria.



Del coriandolo nei paesi europei si usano i frutti secchi, utilizzati per aromatizzare pietanze a base di carne, pesce, insaccati, bolliti, selvaggina, sottaceti, verdure, e nella preparazione di diversi liquori. profuma anche biscotti e confetti. i semi sono dolci, con un lieve sapore di limone. macinati costituiscono uno degli ingedienti del curry. in asia, le foglie, sono utilizzate al posto del prezzemolo. il coriandolo è molto usato in liquoreria.

Salva

Maggiorana e Timo Variegato


Il profumo della maggiorana è più delicato rispetto a quello dell’ origano che è invece più fresco e pungente. Si utilizzano le foglie fresche o essiccate: l’essiccazione ne rende l’aroma più intenso .
I gastromoni raccomandano di aggiungere la Maggiorana solo negli ultimi minuti di cottura, per conservarne meglio l’aroma.



Il timo variegato con il suo gusto intenso di agrumi è insostituibile in cucina per insaporire e rendere più digeribili carni arrosto, sughi e verdure. eccezionale sulla carne di pollo. ottimo nei ripieni e piatti di pesce. super per oli e aceti aromatici ed anche per macedonie, confetture, dolci e sorbetti di frutta.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva