Tortino al cioccolato con cuore fondente e frutti di bosco

Ingredienti (per 1 persona/e)

  • 375 gr di burro, più un po’ per ungere i pirottini
  • 250 gr di cioccolato fondente, tritato
  • 4 uova grandi
  • 125 gr di zucchero
  • 2 cucchiai di farina 00
  • Panna montata per servire (facoltativa)
  • 250 gr di lamponi, per servire

Preparazione

Adoriamo le tortine monoporzione…se poi sono al cioccolato con un cuore caldo e cremoso, è impossibile resistervi! è facile da fare e con pochi ingredienti. L’importante è assicurarsi che ciascun pirottino contenga circa 125 ml di impasto. Concludete la vostra cena al barbecue con stile con questo dolce dal cuore caldo e cremoso.

 

  1. Ungere 10 pirottini da barbecue/forno (da 7 cm di diametro e 3 di profondità) con del burro.
  2. Riempire una pirofila con circa 8-9 cm di acqua e scaldarla senza farla bollire. Sciogliere a bagnomaria, in una ciotola termoresistente, il burro restante con il cioccolato, mescolando di tanto in tanto il composto finchè diventa omogeneo. Togliere la ciotola dalla pirofila. In un’altra terrina, sbattere le uova e lo zucchero con una frusta per circa 30 secondi fino a far diventare il composto soffice e leggero. A questo punto, incorporare il mix di cioccolato con il composto di uova. Aggiungere la farina amalgamandola bene al composto.
  3. Riempire per ¾ i pirottini con l’impasto ottenuto. (nel caso in cui non siate ancora pronti per cuocerli al barbecue, è possibile mettere i pirottini in frigorifero fino a 3 ore).
  4. Preparare il barbecue per la cottura indiretta a media temperatura (200°C).
  5. Spazzolare la griglia di cottura e posizionare gli stampini per muffin nella zona di cottura indiretta. Cuocere i tortini per 9-10 minuti, con il coperchio chiuso, finchè la superficie risulterà solida (se li avete messi in frigorifero, aggiungete qualche minuto).
    Togliere i pirottini dal barbecue e lasciarli riposare per 5-10 minuti.
  6. Far passare un coltello lungo i bordi degli stampini per sformare le mini cake e rovesciarli su un tagliere. Trasferirli quindi su un piatto da portarta e servirli subito con la panna (facoltativa) e i lamponi.

Buon appetito!

Articolo tratto da: weberstephen

Frutta secca speziata e affumicata

Persona/e: 8
Minuti di preparazione: 5
Tempi di cottura: 20-30 minuti
Metodo di cottura: Indiretta
Difficoltà: Facile

Ingredienti (per 8 persona/e)

1 cucchiaio zucchero di canna
1 cucchiaio timo secco o rosmarino oppure
½ cucchiaio di entrambi
¼ cucchiaio di peperoncino
¼ cucchiaio di senape in polvere
2 tazze di frutta secca mista (mandorle, noci, arachidi, anacardi…)
2 cucchiai di olio extra vergine

Preparazione

Immergere in acqua 2 manciate di legna da affumicatura hickory per almeno 30 minuti.
Preparare il bbq per la cottura indiretta a 140°C. 
In una piccola ciotola, mixare con le mani, lo zucchero, il timo, il peperoncino e la senape.
Versare il mix di frutta secca in una vaschetta rivestita di carta da forno, aggiungere l’olio e condire con le spezie. Miscelare e amalgamare bene il tutto. Cospargere uniformemente il composto su una teglia.
Spazzolare la griglia di cottura precedentemente pulita. Sgocciolare la legna da affumicatura, aggiungerla al carbone o nella vaschetta da affumicatura (se si utilizza un barbecue a gas), seguendo le istruzioni riportate nella confezione e chiudere il coperchio. Quando appare il fumo, posizionare la teglia di frutta secca sul calore indiretto e cuocere con il coperchio chiuso finchè risulta tostata per 20/30 minuti scuotendo la teglia di tanto in tanto per evitare che bruci. Togliere la teglia dal barbecue e far raffreddare completamente le noci. Diventeranno croccanti mano a mano che si raffreddano. 
Servire a temperatura ambiente.

Buon appetito!

Articolo tratto da: weberstephen

Tacchino affumicato all’hickory, marinato alle mele

Persona/e: 12
Minuti di preparazione: 15
Tempi di cottura: 2½ – 3¼ ore
Metodo di cottura: Indiretta
Difficoltà: Abbastanza facile

Ingredienti (per 12 persona/e)

2 litri di succo di mela non zuccherato
500 gr di zucchero di canna
250 gr di sale
3 litri d’acqua
3 arance, tagliate in quarti
125 gr di zenzero fresco, affettato sottilmente
15 chiodi di garofano
6 foglie di alloro
6 grossi spicchi d’aglio schiacciato
1 tacchino da 6–7 kg, (eventualmente scongelato)
Olio evo

Preparazione

Il Natale non è completo se la tavola non è imbandita con un succoso e dorato tacchino. Noi ve ne proponiamo una versione affumicata, perfetta per questo periodo di feste. Se la carne si scurisce troppo in fretta, avvolgerla con dell’alluminio rimuovendolo solo negli ultimi minuti di cottura.

In una padella portare a bollore il succo di mela, lo zucchero e il sale mescolando per farli sciogliere. Cuocere la salsa per un minuto, quindi toglierla dal fuoco e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente.
In un recipiente da 20 litri, mescolare l’acqua, le arance, lo zenzero, i chiodi di garofano, le foglie d’alloro e l’aglio. Aggiungere la salsa di mela e amalgamare bene. Disossare e togliere le interiora del tacchino. Ripulirlo bene da eventuali residui di grasso. Immergere il tacchino nella marinatura, se necessario schiacciarlo con un peso per mantenerlo completamente immerso. Tenerlo in frigorifero per 24 ore.
Mettere a mollo 4 manciate di legna da affumicatura hickory per almeno 30 minuti. Preparare il barbecue per la cottura indiretta a temperatura medio-bassa (180°C).

Posizionare il supporto di cottura per arrosti su una leccarda/vaschetta di alluminio sufficientemente capiente. Rimuovere il tacchino dal frigorifero, rimuovere la marinatura in eccesso e tamponarlo con carta da cucina per asciugarlo. Legare insieme le zampe con dello spago da cucina. Massaggiare bene l’intero tacchino con dell’olio e trasferirlo sul supporto di cottura.
Spazzolare la griglia. Sgocciolare due manciate di chips, aggiungerle ai bricchetti di carbone, o metterle nell’affunicatoio se si utilizza un barbecue a gas, e chiudere il coperchio. Quando inizia a comparire il fumo, mettere il supporto con il tacchino nella zona di cottura indiretta e cuocere a temperatura medio-bassa con il coperchio chiuso.

Dopo circa 40 minuti, quando le ali saranno dorate, avvolgerle con della carta stagnola per evitare che si brucino. Spennellare il resto del tacchino con altro olio. Se si utilizza un barbecue a carbone, aggiungere altri bricchetti se necessario, per mantenere una temperatura costante di 180°C. Quando il petto del tacchino sarà dorato, dopo circa un’ora, coprire il tacchino con dell’alluminio per evitare che la pelle si bruci. Sgocciolare i legnetti da affumicatura rimanenti, aggiungerli ai bricchetti di carbone all’affumicatoio e chiudere il coperchio. Cuocere finchè la parte più scarnosa della coscia lontana dall’osso, raggiunge i 74°C.
Trasferire il tacchino su un tagliere, coprirlo delicatamente con della stagnola e lasciarlo riposare per 20 minuti prima di tagliarlo. Irrorarlo con il sughetto di cottura.

Buon appetito!

Articolo tratto da: weberstephen